Michela Murgia parla dei fill’e anima e del suo straordinario percorso

BolognaNotizie.com 06/12/09
Al caffè Zammù la scrittrice sarda parla di Accabadora, ma anche di maternità biologica e maternità scelta, di famiglie allargate e del suo approccio alla scrittura.
All’aperitivo letterario organizzato da sardi (dell’associazione Iskida) ma non solo per sardi si è parlato di antiche usanze e di nuovi percorsi precari. Al centro dell’incontro, l’autrice Michela Murgia, trapiantata a Milano ma pronta a tornare verso l’amata isola, e il suo ultimo romanzo Accabadora. Venerdì 4 dicembre nel piccolo ma sofisticato caffè letterario Zammù, erano presenti anche i conterranei Alberto Masala, poeta, e Marcello Fois, scrittore.
La Murgia attacca con una nota polemica, dicendo che non era assolutamente d’accordo con Einaudi riguardo al titolo del libro, che ritiene «fuorviante».

Continua su BolognaNotizie.com

Annunci

Informazioni su vaeva

1982, Bologna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: